Ue: pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il regolamento comunitario sul "Pacchetto Qualità"

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Comunità Europea (GUCE). l’atteso regolamento comunitario sul ‘Pacchetto Qualità’ che prevede importanti novità sui prodotti Dop, Igp, Stg e introduce nuove denominazioni, fortemente volute dalla Cia, quali i prodotti della montagna.

Le nuove norme sulla qualità abrogano i regolamenti 509 e 510 ma non si applicano ai vini, ai vini aromatizzati, alle bevande spiritose ai prodotti dell'agricoltura biologica, valgono invece per gli aceti.
L'elemento più importante introdotto dal nuovo regolamento è rappresentato dal rafforzamento significativo del livello di protezione delle denominazioni Dop ed Igp attraverso l'attivazione dell'ex officio. Saranno cioè gli stessi Stati Membri a difendere legalmente tutte le denominazioni d'origine europee commercializzate sul proprio territorio. Il regolamento riconosce un ruolo giuridico ai Consorzi per le azioni di promozione e tutela.
Tra le richieste avanzate dalla Cia nel lungo iter di definizione di questo regolamento vi era quella di consentire, come si era fatto con il pacchetto latte, la possibilità di programmare i volumi di produzione e le regole di immissione al mercato. Questa richiesta non è stata accolta perciò le politiche possibili per l'affermazione della qualità, la difesa del reddito, la equa ripartizione del valore lungo la filiera e la possibilità di meglio prevenire e rispondere alla volatilità dei prezzi ed alle crisi di mercato, risulteranno indebolite. L'argomento, però, non è ancora definitivamente chiuso, in quanto la discussione su questo argomento è stata trasferita nell'ambito della regolamentazione dell'Ocm unica.
Il regolamento assegna alla Commissione il compito di emanare norme sui "Prodotti dell'agricoltura delle Isole" e dei cosiddetti "Prodotti della mia fattoria"; su queste denominazioni la Commissione ha già avviato, in parte, le consultazioni .
La Cia ritiene interessante la regolamentazione dei "Prodotti dell'agricoltura delle Isole" poiché si tratta di valorizzare le produzione ed i redditi di agricoltori che operano in condizioni di oggettiva difficoltà, ma in territori di alto valore ambientale.
La Cia assegna grande rilievo anche ai "Prodotti della mia Fattoria", storica intuizione confederale, oggi divenuta di interesse generalizzato. Riteniamo importante che si caratterizzi l'origine del prodotto ottenuto nell'azienda.
Il nuovo regolamento avvia un processo di semplificazione attraverso una riduzione dei tempi utili alla registrazione dei prodotti Dop, Igp, Stg e per le procedure di modifica dei disciplinari già registrati: la richiesta di registrazione da parte della Commissione ed il periodo concesso per eventuali obiezioni è ridotto dagli attuali 12 mesi a 6 mesi.
A nostro parere sarà necessario introdurre ulteriori e nuovi elementi di semplificazione soprattutto in merito alla certificazione delle nuove denominazioni.

Vini e Sapori: portale di informazione rivolto agli appassionati di enogastronomia con aggiornamenti e notizie fornite da uno staff di amanti del buon vino e dei sapori della buona tavola.
Web: www.viniesapori.net

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi