Turismo sostenibile: Siena guadagna il secondo posto in Italia

Turismo sostenibile: Siena guadagna il secondo posto in ItaliaUna recente inchiesta svolta dall’Osservatorio nazionale spesa locale e turismo sostenibile, su commissione dell’Ente Bilaterale Nazionale del Turismo e dell’Unione delle Province d’Italia (UPI),  ha premiato Siena come il secondo comune italiano turisticamente sostenibile.

La ricerca, curata dai vertici dell’area “Ambiente e territorio sostenibile” dell’Ires, ovvero dell’Istituto di Ricerche Economiche e Sociali”, ha in sostanza scandagliato la sostenibilità turistica dei maggiori comuni italiani stillando poi una classifica che vede in testa la città di Venezia, seguita poi da Siena. La lista è stata compilata tenendo conto del rapporto tra la qualità, la quantità e l’efficienza dei flussi di spesa pubblica destinati appunto allo sviluppo di una forma di turismo sostenibile sia dal punto di vista ambientale che sociale ed occupazionale.

L’assessore del Comune di Siena, Alessandro Mugnaioli, ha così commentato il risultato, di certo rilevante per la bella città toscana:

L’attività svolta per la costruzione della classifica dei comuni turisticamente più sostenibili in relazione alla spesa pubblica locale, oltre a voler individuare i comuni più virtuosi, ha l’obiettivo di stimolare una spesa pubblica trasparente, più efficace e più efficiente, che mette in rete il sistema turistico italiano. L’intento è supportare gli enti locali affinchè migliorino l’efficacia e l’efficienza della spesa indirizzata alla valorizzazione turistica sostenibile dei territori e contribuire all’aumento degli investimenti destinati al settore del turismo e al suo sviluppo sostenibile”.

La ricerca, ha quindi tenuto conto di diversi fattori concentrandosi soprattutto sugli investimenti che in città sono stati fatti per migliorare, in senso ecologico, la qualità dei servizi turistici; sono stati analizzati i trasporti, gli alloggi, dagli hotel ai b&b del centro di Siena.Turismo sostenibile: Siena guadagna il secondo posto in Italia

La classifica è stata poi redatta in tre anni di lavoro e di ricerche, anni nel corso dei quali sono state analizzate più di 200 variabili relative a ben 8101 comuni italiani e tenendo in considerazione ben 50 indicatori di sintesi come il rischio e la qualità ambientale, l’attrattiva naturalistica, la caratterizzazione territoriale, le infrastrutture e l’accessibilità e così via.

Nella top ten dopo Venezia e Siena, troviamo Sondrio, Firenze, Como, Cagliari, Olbia, Bologna, Rimini e Roma.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi