Nel 2012 immobili e Borsa col fiatone, mentre rialzi record per il mais e la soia

Nel 2012 immobili e Borsa col fiatone, mentre rialzi record per il mais e la soiaMeglio di case, azioni e obbligazioni. Infatti se nel corso del 2012 gli immobili hanno perso fra il 5 e il 9 per cento del loro valore e l’indice FTSE MIB della Borsa Milano ha registrato un aumento annuale medio appena superiore al 3 per cento, le quotazioni di alcuni dei prodotti agricoli più diffusi (mais, soia, orzo e fieno di erba medica) rilevate dai listini dei prezzi all’ingrosso sulla piazza di Milano – spiega la Coldiretti Lombardia – hanno vissuto rialzi fra il 6 e il 40 per cento.

Una manna per chi ci ha investito, un salasso per chi li usa, in particolare gli allevatori che li devono comprare per nutrire gli animali.
Mettendo a confronto le quotazioni del 3 gennaio 2012 con quelle del 18 dicembre 2012 (ultimo dato disponibile) si registra per il mais un aumento di quasi il 30 per cento, visto che è passato da 195 a 253 euro alla tonnellata. Per la soia – spiega la Coldiretti Lombardia – il rialzo è stato ancora più marcato e traumatico per chi la usa nella razione alimentare degli allevamenti: dai 365 euro a tonnellata del gennaio 2012 è schizzata ai 517 euro del dicembre scorso, con oltre il 40 per cento di rincaro.
Un 21 per cento di aumento, da 226 a 273 euro si registra per l'orzo, mentre per il fieno di erba media c'è stato un aumento del 6 per cento: da 163 a 173 euro a tonnellata.

Vini e Sapori: portale di informazione rivolto agli appassionati di enogastronomia con aggiornamenti e notizie fornite da uno staff di amanti del buon vino e dei sapori della buona tavola.
Web: www.viniesapori.net

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi