Mostra Fotografica a Gravina in Puglia fino al 27 gennaio

concentrato di cranberry

Mostra Fotografica a Gravina in Puglia fino al 27 gennaioAmate la fotografia? Allora fate un salto a Gravina in Puglia, splendida città d’arte a meno di 60 km da Bari e 30 da Matera, per visitare la Mostra fotografica ‘Gravina: la città che ami….amo’, organizzata, in occasione delle festività natalizie, dall’Associazione ‘Benedetto XIII’. Scoprirete un territorio unico attraverso il paesaggio, i colori e i sentimenti di gente comune e semplice.

L'autore delle foto, Pietro Amendolara, si è preoccupato di cogliere particolari che tanto fascino danno alla sua terra. Passato e presente sono espressi in una sequenza di immagini vive e nitide.
La mostra ha la sua originalità in una struttura, che sottolinea l'importanza del Ponte settecentesco che collega le due sponde del burrone, da sempre simbolo della città: un tempo era viadotto-acquedotto per approvvigionare di acqua una parte della città, oggi è malato e bisognoso di amorevole cura.
Fino a domenica 27 gennaio sarà visitabile la mostra nella maestosa cornice della Chiesa del Purgatorio. La seicentesca Chiesa di S. Maria del Suffragio, detta del Purgatorio, è nata come cappella funeraria della famiglia Orsini (1649-1654). Bello il portale ornato da cartigli di stucco, realizzati nel '700, con motivo del teschio e frasi ammonitive. All'interno si possono vedere pregiati altari policromi e la "Madonna del Suffragio" dipinta da Francesco Guarini intorno al1651 con splendida cornice settecentesca.
Info: MOSTRA fotografica "GRAVINA la città che AMI…AMO": Chiesa del Purgatorio – Gravina in Puglia. fino al 27 Gennaio 2013 – info: cell. 3385678017 – 3316007475 – http://www.facebook.com/media/set/?set=a.434031943316732.105817.100001297893674&type=1
Gravina in Puglia: Federico II se ne innamorò tanto da definirla "giardino di delizie" per la ricchezza della fauna e della terra e ne costruì un castello. Qui nacque papa Benedetto XIII, che fondò la Biblioteca Capitolare Finia (1686), la più antica di Puglia, da poco riaperta al pubblico. Si possono visitare più di 40 chiese, di cui almeno la metà rupestri; ci sono musei ricchi di reperti dalla Preistoria ai nostri giorni, si degustano i sapori della tradizione e si percorrono numerosi itinerari naturalistici all'interno del Parco Nazionale dell'Alta Murgia di cui Gravina è sede.
Info: Iat Gravina, via Matteotti ang. Largo Plebiscito, t/f: 0803269065 – 3331030365, www.iatgravina.it

Vini e Sapori: portale di informazione rivolto agli appassionati di enogastronomia con aggiornamenti e notizie fornite da uno staff di amanti del buon vino e dei sapori della buona tavola.
Web: www.viniesapori.net

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi