Le sfide della Strada del Vino Soave nel 2013

mind the gum

Le sfide della Strada del Vino Soave nel 2013Molte le iniziative in via di attuazione: da ‘Sapori Saperi Soavi’, nuovo e ricco calendario di eventi che da marzo a dicembre consentirà ai turisti di vivere il territorio, alla promozione di pacchetti turistici attraverso media, web, agenzie turistiche e fiere del turismo.

Mettere sempre più al centro dell’attività di promozione i soci, e quindi il territorio, questo l’obiettivo di Paolo Menapace, presidente della Strada del vino Soave, che in questo inizio d’anno fa il punto sulle iniziative che l’Associazione ha in serbo nel 2013 per la valorizzazione turistica dell’Est veronese. Territorio che, nel 2012, grazie anche ad un continuo lavoro di promozione in Italia e all’estero in sinergia con Consorzio e Istituzioni, nonostante il periodo funestato dalla crisi globale, ha visto un sensibile aumento di turisti.
“Il contatto diretto con i viaggiatori avviene attraverso l’Ufficio Turistico di Soave, che la Strada gestisce da due anni a questa parte – spiega Menapace – e che ha visto registrare nel 2011 un passaggio di 10 mila turisti, mentre da gennaio a dicembre 2012, questi sono stati più di 15 mila con 1500 arrivi solo nel mese di ottobre”.
Sapori Saperi Soavi. Presenze turistiche che la Strada cercherà di consolidare e aumentare nel corso dell’anno anche grazie all’organizzazione di nuove iniziative raggruppate sotto l’egida di “Sapori Saperi Soavi”: “A partire da marzo fino a dicembre, ogni mese del 2013 sarà cadenzato da più eventi dedicati al territorio e ai prodotti tipici, ideati in collaborazione con Veronautoctona, associazione di San Martino Buon Albergo, neo-socio della Strada”, conferma Menapace.
I turisti potranno così “sperimentare” il territorio partecipando, a seconda del periodo, alla ciaspolata o al trekking in Lessinia, alle camminate estive al chiar di luna, al pic-nic tra i vigneti immersi nello splendore dei ciliegi in fiore in Primavera e alle passeggiate in campagna in tempo di vendemmia tra i colori e i sapori autunnali.
E ancora, sarà data loro la possibilità di scoprire angoli inediti e testimonianze storico-culturali delle valli e dei paesi nonché le proposte enogastronomiche dei ristoranti del territorio con cene a tema; le cantine saranno protagoniste con lo “SpizzicaSoave” e sono previsti anche corsi legati al mondo della Natura, da quello di fotografia naturalistica al corso per imparare a riconoscere e usare le erbe selvatiche ed aromatiche.
Nel futuro, un’unica Strada del vino e dei sapori Pedemontana del Veneto?. “In tempo di spending review, l’ideale sarebbe unire gli sforzi e raggruppare, in un’unica entità, le Strade del vino e dei prodotti tipici venete pedemontane, oltre a Soave, la Valpolicella, Gambellara, Breganze, i Colli Asolani, il Prosecco trevigiano e il Durello e sia noi che le altre Strade, lavoreremo per raggiungere questo obiettivo – spiega Menapace – ma nel frattempo, siccome le Amministrazioni pubbliche non hanno possibilità di finanziare le iniziative turistiche, che pure portano reddito al territorio, ci ‘autofinanziamo’ ricorrendo ai contribuiti regionali”.
“In particolare, – continua il presidente dell’Associazione – sono due i bandi di concorso del GAL Baldo Lessinia a cui abbiamo aderito per la promozione turistica, ed in cui vi partecipano alcuni comuni dell’Est veronese, tra cui Mezzane di Sotto, Soave, Cazzano di Tramigna, Roncà, Montecchia di Crosara, San Giovanni Ilarione e Vestenanova. Il primo bando, ‘Misura 313, azione 1’, scade il 30 marzo 2013 e consentirà di aumentare la segnaletica dei siti enoculturali e storico-artistici nonché di georeferenziare il territorio con dei totem, da cui il turista potrà ricavare mappe di itinerari nonché tutti i riferimenti dei soci della Strada. Il secondo bando, ‘Misure 313 – Azione 3’, scade il 28 marzo 2014 ed è destinato alla programmazione di pacchetti turistici con tour a tema comprensivi di accoglienza, visite ad attrattive storiche-culturali, attività sportive, proposte enogastronomiche e di eventi nei diversi periodi dell’anno. Sarà inoltre stampato un catalogo turistico in più lingue, che verrà distribuito alle agenzie di viaggio italiane e straniere specializzate in turismo enogastronomico. Infine, sarà creato un sito web per pubblicizzare le diverse manifestazioni e le iniziative dell’Associazione saranno promosse sia sui media che attraverso educational tour per gli operatori del settore e la partecipazione a fiere del comparto turistico”.

Vini e Sapori: portale di informazione rivolto agli appassionati di enogastronomia con aggiornamenti e notizie fornite da uno staff di amanti del buon vino e dei sapori della buona tavola.
Web: www.viniesapori.net

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi