Le bollicine naturali Sarfati per concludere bene l'anno… e iniziare ancora meglio quello nuovo

Tempo di bollicine, non solo per festeggiare con un brindisi il Natale e l’arrivo del nuovo anno, ma anche per uno stimolante abbinamento a tavola.

Non tutti i vini frizzanti e spumanti sono però uguali: nel caso di questi effervescenti nettari di Bacco la digeribilità è un valore forse ancora più importante di quanto già non sia per i vini fermi.
Le bollicine naturali si rivelano la scelta ideale dall'aperitivo alla tavola, fino al brindisi di mezzanotte, con la loro effervescenza genuina e corroborante.
Il Prosecco di Treviso "Frizzante… naturalmente" di Casa Coste Piane rimane in ogni stagione un aperitivo perfetto per gli abbinamenti più delicati: dalle classiche tartine natalizie agli affettati in cui la parte untuosa svolge un'azione emolliente sul palato, come il lardo o la pancetta. Lieve, di grande discrezione, straordinariamente digeribile, questa bottiglia è diventata un classico irrinunciabile per gli amanti di vini naturali.
Chi invece predilige soluzioni più incisive e decise, magari per gli antipasti come i vol au vent, le crespelle ripiene o le torte salate, troverà un complice eccezionale nei due frizzanti naturali di Hervé Villemade, vere perle di gioiosa effervescenza, direttamente dalla Loira. Prodotto con il metodo della rifermentazione ancestrale – cioè senza liqueur de tirage – il "Bulle" è disponibile sia nella versione bianca (dal vitigno Menu Pineau), sia in quella rosata (raffinato assemblaggio di Gamay e Pineau d'Aunis). Una vera scoperta.
Il listino Sarfati, ovviamente, è poi un vero "bengodi" per gli aficionados dello Champagne. Il nostro vignaiolo di riferimento, l'ormai celebre e celebrato André Beaufort, vi offre una selezione ampia e diversificata, nella quale si intersecano due terroir d'eccezione (il cru di Polisy nell'Aube, e il Grand cru di Ambonnay, nella Montagne de Reims), diversi gradi di dosaggio (dal più asciutto brut alla deliziosa versione doux), colori (dal Blanc de blancs al Blanc de Noirs, fino al rosé) e annate (i millesimati disponibili risalgono fino agli straordinari 1987, 1988 e 1989).
Infine, non si può dimenticare la soave golosità delle bollicine dolci: il Moscato parzialmente fermentato "Filari Corti" di Carussin, e la struggente Malvasia dolce dell'Emilia del biodinamico Camillo Donati. Semplicemente l'abbinamento perfetto per panettone e pandoro.

Vini e Sapori: portale di informazione rivolto agli appassionati di enogastronomia con aggiornamenti e notizie fornite da uno staff di amanti del buon vino e dei sapori della buona tavola.
Web: www.viniesapori.net

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi