Con il "Barrosu", Giovanni Montisci porta la Sardegna più autentica nel listino Sarfati Vini Naturali

Ora c’è anche la Sardegna, quella più autentica e affascinante, quella della selvaggia Barbagia.

Il listino Sarfati Vini Naturali si arricchisce infatti di un Cannonau di spessore e statura, il "Barrosu" di Giovanni Montisci, prodotto in piccolissime quantità a Mamoiada, nel cuore del Nuorese, ovviamente con osservanza delle pratiche più rispettose dell'ambiente e della qualità del vino.
Un tempo meccanico di professione, Giovanni Montisci eredita una ventina di anni fa una vecchia vigna, e inizia prima a incuriosirsi, poi ad appassionarsi ai segreti della viticoltura, instradato da alcuni vignaioli d'esperienza. Con il passare degli anni, dalla vinificazione per hobby Giovanni passa a una piccolissima produzione in bottiglia per gli amici, e infine si affaccia ufficialmente sul mercato con un Cannonau Doc. Un vino che prende subito il nome di Barrosu, da un'espressione sarda difficile da tradurre, ma che significa grosso modo "caparbiamente spavaldo, borioso". Una scelta lessicale che riassume molto bene il carattere di questo vino intenso e genuino.
Giovanni Montisci lavora soli due ettari di vigneto, piantato con viti molto vecchie (da 50 a 80 anni di età) su un terroir di origine granitica. I metodi sono di grande pulizia ecologica, con una conversione all'agricoltura biologica e biodinamica in corso. Il suolo è lavorato, nel caso del vigneto più vecchio con l'utilizzo di un bue. Le viti sono potate ad alberello tradizionale, con potatura corta e rese molto basse (da 300 a 400 grammi per ceppo). Si ottiene così un'uva di eccellente concentrazione e di grande equilibrio, anche grazie al posizionamento delle viti, piantate in altitudine (tra 680 e 700 mslm).
Le pratiche di cantina sono il naturale prolungamento delle scelte viticole: diraspatura, niente lieviti esogeni, lunghe macerazioni (25 giorni circa) con follature manuali tre volte al giorno, nessuna chiarifica né filtrazione, per poi passare in botte grande (da 500 a 1.500 litri) per un affinamento di 22 mesi. Anche l'uso dei solfiti è estremamente cauto, con un tasso di circa 20 mg/litro all'imbottigliamento.
Nel nostro listino potrete trovare ora due versioni del Cannonau Montisci:
– il "Barrosu" 2009, interpretazione "classica" di questo vino potente e generoso, con i paradigmatici profumi di macchia mediterranea che sono una delle firme di questo territorio.
– il "Barrosu" Riserva 2009, versione più complessa e materica, ma fresco e vibrante, proveniente dalle sole viti vecchie del vigneto migliore.
Due veri vini di territorio, capaci di risuonare a lungo in bocca e nella memoria. Info: info@sarfati.it | mob. 339.42.99.099 | visita www.sarfati.it

Vini e Sapori: portale di informazione rivolto agli appassionati di enogastronomia con aggiornamenti e notizie fornite da uno staff di amanti del buon vino e dei sapori della buona tavola.
Web: www.viniesapori.net

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi