Coldiretti Marche, dopo inizio gennaio "bollente" (10,7°) è allarme gelo per gli ortaggi

amazon basics

Coldiretti Marche, dopo inizio gennaio "bollente" (10,7°) è allarme gelo per gli ortaggiDopo un inizio di gennaio ‘bollente’, con le massime a 10,7 gradi (+3,4 gradi rispetto alla media storica), il ritorno del freddo mette ora a rischio gli ortaggi.

A lanciare l’allarme è la Coldiretti Marche, sulla base dei dati dell’Osservatorio agroclimatico del Ministero. I primi dieci giorni del mese hanno fatto segnare nella nostra regione una temperatura media massima di 10,7 gradi contro i 7,3 del periodo, mentre quella minima è stata di 2,5, a fronte di una media di 0,7.
Un andamento anomalo che ha tra l’altro accelerato il risveglio delle gemme da frutto, e che segue un 2012 caratterizzato da eventi atmosferici fuori dalla norma, a cominciare dalla siccità che ha causato il crollo delle produzioni nei campi. Ora, sottolinea la Coldiretti, l’arrivo del ciclone mediterraneo Morgana alimentato dall’aria gelida polare mette in pericolo la coltivazione degli ortaggi invernali, come cavoli, verze, cicorie, carciofi, radicchio e broccoli, senza dimenticare l’aggravio di costi per il riscaldamento delle serre.
Le bizzarrie del clima, conclude Coldiretti, stanno diventando sempre più frequenti e rendono necessaria una politica alternativa di prevenzione del danno. E’ per questo che si sta lavorando al rilancio dei Consorzi di difesa come strumenti di coordinamento tra le aziende e la pubblica amministrazione per creare massa critica e favorire gli strumenti di copertura assicurativa.

Vini e Sapori: portale di informazione rivolto agli appassionati di enogastronomia con aggiornamenti e notizie fornite da uno staff di amanti del buon vino e dei sapori della buona tavola.
Web: www.viniesapori.net

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi