Benzina: nel 2012 una inflazione del 14,3 per cento

amazon basics

I prezzi dei prodotti energetici non regolamentati come la benzina ed il gasolio sono quelli che hanno fatto segnare il maggior aumento nel 2012 con una inflazione acquisita del 14,3 per cento.

E' quanto emerge da una analisi della Coldiretti sull base dei dati Istat relativi ai primi undici mesi del 2012 nel corso del 2012 in riferimento all'indagine dell'antitrust sulla concorrenza nel mercato dei carburanti.
L'elevato costo dei carburanti – sottolinea la Coldiretti – rappresenta un forte ostacolo alla ripresa economica in un Paese come l'Italia dove l'86 per cento delle merci viaggia su strada.
Il caro benzina mette a rischio la competitività delle imprese ma anche i bilanci dei cittadini poiché – spiega la Coldiretti – per effetto dei continui incrementi nel 2012 un litro di benzina ha superato del 40 per cento il chilo di pasta e del 50 per cento il un litro di latte. Un rapporto di cambio che – conclude la Coldiretti – non è eticamente ed economicamente sostenibile e mette a rischio la ripresa del Paese.

Vini e Sapori: portale di informazione rivolto agli appassionati di enogastronomia con aggiornamenti e notizie fornite da uno staff di amanti del buon vino e dei sapori della buona tavola.
Web: www.viniesapori.net

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi