Secondo appuntamento per "Cene Galeotte"

Articolo completo

Secondo appuntamento per "Cene Galeotte"Venerdì 14 dicembre 2012. Secondo appuntamento per ‘Cene Galeotte’ con lo chef Emanuele Vallini del ristorante La Carabaccia ed i vini dell’azienda Giovanni Chiappini, Casa di reclusione di Volterra (Pi). Il ricavato della cena sarà devoluto da Il Cuore si Scioglie onlus a ‘La cura del neonato e della sua famiglia’ progetto dell’associazione Apan – www.cenegaleotte.it

È atteso per venerdì 14 dicembre 2012 il secondo appuntamento con Cene Galeotte che per un venerdì al mese, fino a giugno 2013, vedrà impegnati i detenuti della Casa di Reclusione di Volterra nella preparazione e nel servizio di cene di solidarietà con la supervisione di grandi chef del panorama culinario italiano.
Sarà il cortile del carcere a fare da sfondo all'aperitivo di benvenuto servito da alcuni detenuti, mentre la cappella diventerà il ristorante dove si potranno gustare i piatti dello chef Emanuele Vallini, giovane talento della cucina italiana titolare, dal 2003 del ristorante La Carabaccia a Bibbona (LI), che cucinerà assieme ai detenuti della casa di reclusione.
Durante la cena, vecchi e nuovi sapori della cucina toscana saranno accompagnati dai vini dell'Azienda Agrituristica Giovanni Chiappini di Bolgheri (LI), da sempre rispettosa dell'ambiente con la sua agricoltura eco-compatibile. L'azienda con i suoi 20,5 ettari produce sia vino sia olio extravergine di oliva. Il podere accoglie, inoltre, il piccolo agriturismo "Tra gli ulivi", che affaccia sulla splendida rocca di Castiglioncello.
L'incasso di questa cena avrà un particolare scopo benefico: "Il Cuore si scioglie onlus" (www.ilcuoresiscioglie.it), che dal 2000 vede impegnata Unicoop Firenze, insieme al mondo del volontariato laico e cattolico nella realizzazione di progetti umanitari, infatti, devolverà il ricavato all'A.P.A.N., Associazione Pisana Amici del Neonato (www.apanpisa.it) che opera dal 2000 promuovendo iniziative di solidarietà ed aiuto ai nuclei che vivono l'esperienza della gravidanza interrotta bruscamente. Nello specifico, con questa serata, Cene Galeotte darà una mano al progetto dell'associazione Apan "La cura del neonato e della sua famiglia" che si occupa della gestione di una casa alloggio pensata per le famiglie dei bambini nati pretermine o con patologie alla nascita e ricoverati presso il reparto di Neonatologia dell'Ospedale S. Chiara. Prenderà parte alla serata la Dott.ssa Cristina Galavotti, referente tecnico responsabile del progetto.
Alla cena del 14 sarà presente anche la Dott.ssa Sandra Capuzzi, presidente sezione Coop di Pisa e membro del consiglio di sorveglianza dell'Unicoop Firenze chiamata a raccontare al pubblico il progetto "Cene Galeotte" ed i risultati raggiunti in questi anni.
L'apertura al pubblico per la cena è alle ore 19.30 con inizio cena alle ore 20.00. Il costo è di 35 euro a persona.
L'iniziativa è realizzata grazie ad Unicoop Firenze, che, come ogni anno, fornirà le materie prime e assumerà i detenuti retribuendoli regolarmente ed alla Fisar, delegazione storica di Volterra, che si occuperà di selezionare le aziende vinicole, di parte del servizio sommelier e della formazione in sala dei carcerati.
Cene Galeotte è in collaborazione con il Ministero della Giustizia, la direzione della Casa di reclusione di Volterra, l'associazione Fisar, la direzione artistica del giornalista e critico enogastronomico Leonardo Romanelli e la comunicazione a cura di Studio Umami (www.studioumami.com).
Per informazioni: www.cenegaleotte.it. Per prenotazioni – Agenzie Toscana Turismo: www.cooptoscanaturismo.it – www.toscanaturismo.net

Vini e Sapori: portale di informazione rivolto agli appassionati di enogastronomia con aggiornamenti e notizie fornite da uno staff di amanti del buon vino e dei sapori della buona tavola.
Web: www.viniesapori.net

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi