Natural Critical Wine: Il vino dei vignaioli naturali in mostra a Bologna

NATURAL CRITICAL WINE: si è svolta nel week-end del 2 giugno, al parco della Montagnola di Bologna, la prima edizione della manifestazione dedicata al vino dei vignaioli naturali, fiera vinicola organizzata in autonomia dall’associazione Contadini Critici che, attraverso i loro vini, hanno potuto raccontarci del rapporto profondo che li lega al territorio, del duro ed appassionato lavoro di queste queste persone che si sono dedicati a quella agricoltura biologica doc al 100%. Di seguito il comunicato ufficiale con speranza di aver presto qualcosa di più da raccontarvi ma soprattutto con l’augurio che diventi presto una manifestazione itinerante.

NATURAL CRITICAL WINE

Il vino dei vignaioli naturali

Nasce a Bologna Natural Critical Wine, la fiera vinicola auto-organizzata dall’associazione Contadini Critici per raccontare, attraverso i propri vini, la biodiversità, il rapporto profondo con il territorio e il lavoro delle donne e degli uomini che scelgono di praticare agricoltura contadina con metodi naturali, biologici e biodinamici.

Durante la sua prima edizione, in programma sabato 1 e domenica 2 giugno 2013 presso lo Spazio Verde del parco della Montagnola, in via Irnerio a Bologna, Natural Critical Wine ospiterà i vini e le storie di 30 vignaioli provenienti da diverse regioni italiane e francesi, accompagnati da cibi artigianali del territorio.

Natural Critical Wine: Il vino dei vignaioli naturali in mostra a Bologna Natural Critical Wine raccoglie l’eredità di Vini di Vignaioli, l’iniziativa nata nel 2001 a Fornovo, in provincia di Parma – e approdata a Roma per la sua ultima edizione – da un’idea di Marie Christine Cogez, appassionata di vini e attivista in progetti di tutela ambientale. Un’esperienza, questa, che Contadini Critici ha condiviso e a cui ha partecipato negli anni, scegliendo quest’anno di portarne traccia a Bologna.

«Il vignaiolo fa quello che dice e dice quello che fa», questo dice e rivendica l’associazione Contadini Critici per sostenere la pratica dell’autocertificazione, basata sul principio di responsabilità e sulla trasparenza dei metodi di coltivazione e trasformazione.

Naturale, vero, sincero, biologico, biodinamico, appassionato, autentico, semplice, ricco, umano: è il vino dei Contadini Critici, svincolato dall’omologazione dei gusti e dei prodotti cui tende il mercato. Appassionato e umano, come il lavoro di chi lo produce, secondo i principi dell’agricoltura contadina, e lo distribuisce, con reti solidali e locali e rispettando il principio del prezzo sorgente, quello praticato dal produttore prima di ogni altro ricarico della catena commerciale.

Natural Critical Wine è aperto al pubblico con la degustazione e la vendita sabato 1 giugno, dalle 10.00 alle 19.00, e domenica 2 giugno dalle 11.00 alle 18.00. Domenica mattina, dalle 9.00 alle 11.00, l’iniziativa ospita, inoltre, la tavola rotonda “L’etichettatura dei vini naturali“, un momento di confronto e di riflessione sul dibattito in corso sulle certificazioni dei vini naturali. Partecipano alla tavola rotonda Giampaolo di Gangi, giornalista cooperativa editoriale Versanti/Servabo, Christine Cogez, ideatrice di Vini di Vignaioli, Barbara Pulliero e Stefano Rusconi, Sorgente del Vino, ed Emilio Falcione, vignaiolo e portavoce dell’associazione Contadini Critici.

Natural Critical Wine è ospitato da Montagnola Bologna, un progetto di Antoniano Onlus, Arci Bologna, Comune di Bologna in collaborazione con ComunicaMente Group e Associazione Deades.

Per ulteriori info: http://contadinicritici.noblogs.org

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi