Il futuro della Pac dopo il 2014: le novità approvate dall’UE.

Il futuro della Pac dopo il 2014: le novità approvate dall’UE.

fonte

La Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale del Parlamento europeo ha ultimato l’iter di approvazione delle modifiche alla riforma della Politica agricola comune post 2014. L’approvazione di tali modifiche ha riguardato diversi argomenti: il regolamento orizzontale sulla gestione e sul monitoraggio della Pac, i pagamenti diretti, lo sviluppo rurale e la creazione di un Ocm unica.

Di seguito una carrellata rapida delle principali modiche approvate:

  • REGOLAMENTO DI MONITORAGGIO. Le novità prevedono l’introduzione di importanti strumenti di flessibilità per gli Stati membri. Per i paesi a programmazione regionale sarà possibile compensarele somme non utilizzate di uno o più programmi di sviluppo rurale con somme spese oltre tale limite da altri programmi, sempre di sviluppo rurale al fine di non lasciare inutilizzati dei fondi destinati in precedenza ad altri interventi.

  • RIPARTIZIONE RISORSE. Il nuovo criterio di ripartizione delle risorse non permetterà a nessun Stato Membro di percepire meno del 65% della media UE e che si tradurrà positivamente per l’Italia in un aumento sostanziale di circa 44milioni di euro annui. Una maggiore attenzione sarà dedicata ad aree e settori dove una riduzione degli aiuti troppo repentina potrebbe impattare negativamente sui redditi dei produttori agricoli.

  • GREENING. Il greening è la componente ambientale-ecologica legata ai pagamenti diretti. Il mancato rispetto dei requisiti non influenzerà l’erogazione dei pagamenti di base. Una importante novità è che anche le aziende con certificazione ambientale, agricoltura biologica, che già rispettino pratiche agro ambientali di sviluppo rurale avranno automaticamente diritto ai pagamenti verdi.

  • DIFFICOLTÀ FINANZIARIE. Sono anche previste anche misure di sostegnoper le regioni i cui agricoltori versano in gravi difficoltà finanziarie a seguito di condizioni eccezionali: qui gli Stati membri potranno incrementare fino all’80% (anziché del 50% per i pagamenti diretti e del 75% per lo sviluppo rurale) la percentuale degli anticipi sulla Pac.

  • SOSTEGNO ACCOPIATO. Fondamentali sono anche le novità sul sostegno accoppiato, che riguarderà tutti i prodotti agricoli , per un ammontare di risorse pari al 15% del massimale nazionale degli aiuti diretti.

La commissione Agricoltura del Parlamento europeo ha confermato con determinazione di voler creare condizioni e strumenti concreti di sostegno per l’agricoltura europea, privilegiando una maggiore flessibilità di applicazione delle misure, meno burocrazia, e definizione di più idonei strumenti di gestione delle crisi di mercato. Un serie di obiettivi che rimettono al centro le imprese e i redditi degli agricoltori.

(*) Giuseppe Maio, Ufficio Controllo e Certificazione di Prodotto – CCPB srl

Approfondisci l’argomento consultando l’articolo principale
Fonte:
Argomenti trattati: 2312 | Agricoltura Biologica | Certificazione | Legislazione | Normativa | Biologico | Convegni | Fiere
Altre informazioni inerenti Il futuro della Pac dopo il 2014: le novità approvate dall’UE.: , admin, http://www.ccpb.it/feed/, CCPB, Controllo e Certificazione

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi