Fisioterapia: ecco perché è fondamentale

Fisioterapia: ecco perché è fondamentale

Cos’è la fisioterapia?

La fisioterapia è un ramo della medicina che aiuta i pazienti con patologie muscoloscheletriche, viscerali o neurologiche nella cura, nella prevenzione e nella riabilitazione. Per raggiungere il proprio scopo questa branca medica usa un largo range di trattamenti come la terapia fisica, quella manuale, la massoterapia o la terapia postulare. Gli specialisti medici che si occupano della fisioterapia si chiamano fisioterapisti. Tali figure lavorative sono in grado di esercitare la propria professione con autonomia in ambito del libero professionista oppure nel lavoro di un team specializzato insieme ad altri professionisti dell’ambito sanitario. Di anno in anno la fisioterapia si evolve includendo delle nuove tecniche di massaggio, di diagnosi, servendosi di nuovi strumenti e diventando sempre di più una disciplina che collabora con gli altri professionisti. I trattamenti di fisioterapia possono essere svolti dal fisioterapista sia presso la struttura sanitaria in cui è ospitato il paziente, che presso l’abitazione dello stesso.

Fisioterapia: a cosa serve?

La fisioterapia permette di ridurre o annullare del tutto il dolore o altri segni di sofferenza nel paziente. Il trattamento fisioterapico può essere svolto sia a partire dalle condizioni dolorifiche meno lievi che per le condizioni di dolore acuto. La velocità d’intervento fisioterapico può avere un ruolo fondamentale nella prevenzione dello sviluppo di danni tissutali o scompensi posturali. Altresì la fisioterapia è utile per normalizzare il corretto funzionamento delle strutture scheletriche, muscolari o neurologiche. I fisioterapisti sono in grado di svolgere le terapie atte a ripristinare la mobilità articolare, ridurre le tensioni muscolari e riportare alla norma l’equilibrio e la coordinazione nell’azione muscolo-scheletrica. Vengono recuperate le sinergie motorie con la riabilitazione funzionale quotidiana finalizzata a un normale recupero della vita lavorativa. Se hai necessità di un buon fisioterapista, puoi affidarti alle tue conoscenze oppure effettuare una ricerca online, magari avvalendoti di una piattaforma specializzata come Topdoctors. Ai trattamenti fisioterapici segue il monitoraggio dello stato di salute del paziente, per evitare ricadute e garantirgli una continua (e corretta) ripresa. Spesso i trattamenti di fisioterapia vengono impiegati nella fase post-operatoria, aiutando in questo modo le persone che necessitano di riprendere la mobilità dopo lunghi periodi di degenza. Altresì viene ampiamente utilizzata la fisioterapia riabilitativa post-traumatica, atta ad aiutare il paziente a riprendere il funzionamento di una propria parte del corpo colpita da un trauma (per esempio la fisioterapia al ginocchio riabilitativa post-trauma: (http://www.bionotizie.com/salute-wellness/la-fisioterapia-al-ginocchio-riabilitativa-post-trauma/).

Perché affidarsi solo ai fisioterapisti esperti?

Nel campo medico, come anche in molti altri è possibile fare degli errori. E un errore nel trattamento fisioterapeutico può gravemente daneggiare il paziente. Per questo si consiglia di affidarsi soltanto alle mani di chi il proprio lavoro lo svolge con la cura e la passione. Evitare i problemi di salute, del resto, dovrebbe essere l’imperativo di ogni persona che voglia vivere una vita sana e priva di problemi. Un buon fisioterapista saprà mettere in atto le ultime tecniche terapeutiche per garantire al paziente il massimo benessere psicologico, emozionale, sociale e fisico possibile. Affidarsi alle mani dei fisioterapisti qualificati in possesso di una laurea triennale in Fisioterapia, come quelli di Topdoctors, comporterà una sicura ripresa delle funzionalità vitali. Il tutto senza margine di errore.

Campi d’azione della fisioterapia

I settori d’azione della fisioterapia spaziano enormemente a seconda del problema. La fisioterapia può intervenire nell’ortopedia, nella reumatologia, nella cardiologia, nella pneumologia, nella ginecologia, pediatria, geriatria o nella già citata neurologia.

Il processo di riabilitazione

Il processo di cura fisioterapica include in diverse fasi, che spaziano dal controllo, passando per la diagnosi, senza dimenticare i trattamenti veri e propri, per finire con il monitoraggio del paziente. La fase di diagnosi necessita spesso della comunicazione tra il fisioterapista e altri specialisti (in particolare quelli della radiologia) per evidenziare il problema e trovare la giusta soluzione allo stesso. I trattamenti di fisioterapia si rendono necessari quando la diagnosi conferma la presenza di una patologia nel corpo del paziente. I trattamenti di fisioterapia vengono svolti unicamente dai professionisti che si sono regolarmente diplomati presso uno degli atenei italiani in fisioterapia. I trattamenti potrebbero avere una lunghezza non meglio definita, a seconda della gravità della patologia. In alcuni casi potrebbero durare anche diversi mesi in cui il paziente si troverà sotto la supervisione di un equipe medica specializzata. Il fisioterapista ha anche l’obiettivo d’individuare la causa della patologia. Una volta diagnosticato il problema, il fisioterapista dovrà utilizzare le giuste tecniche terapeutiche per aiutare il paziente a recuperare le abilità perdute, ridurre il dolore, l’immobilità o il senso di sofferenza.

Share this post:

Recent Posts

Leave a Comment