Feng Shui, il benessere in casa

Per arredare una casa è necessario avere passione e buon gusto, ma questo può non bastare. Essere appassionati di design e architettura può portare ottimi risultati sul piano estetico e funzionale, per ciò che concerne l’arredamento e la disposizione dei mobili.

In questo articolo non vogliamo soffermarci solo sui materiali, la composizione o i singoli prodotti. Vogliamo prendere spunto da una teoria asiatica per dare una chiave di lettura insolita ma affascinante per tutto ciò che comprende un ambiente domestico. Ci riferiamo al Feng Shui, disciplina che andiamo a conoscere meglio.

Il Feng Shui: cos’è e come cambia il modo di interpretare la casa

Il Feng Shui è una teoria sviluppata in Cina che mette al centro il maggior benessere possibile di un individuo all’interno di un ambiente domestico.

Più nello specifico, il Feng Shui ricerca nella disposizione di un ambiente il massimo del comfort e del relax per l’individuo. E lo fa prendendo in considerazione diversi fattori: dalla disposizione dei punti luce alla collocazione degli elementi architettonici, passando per la scelta dei colori, dei materiali e di tutto ciò che completa una struttura domestica. In definitiva lo scopo del Feng Shui è quello di favorire lo sviluppo di energie positive all’interno di una casa, cercando di allontanare quelle negative con il giusto equilibrio di tra tutte componenti.

Ma vediamo più da vicino la valutazione di alcune caratteristiche di questa teoria.

Colori e odori

Nella teoria Feng Shui sia la vista che l’olfatto rivestono grande importanza. E’ importante che questi due aspetti abbiano un impatto sensibile all’interno delle mura domestiche.

I colori, sempre secondo il Feng Shui, hanno un significato e dei riferimenti ben precisi. Il rosso e il verde ad esempio non costituiscono solo i tipici colori natalizi, ma rimandano rispettivamente al sole e al fuoco nell’antica simbologia cinese. Questo viene associato, nella teoria Feng Shui, alla forza e all’energia, due elementi fondamentali per allontanare ogni tipo di negatività. Il consiglio è quindi quello di utilizzare questi colori ad esempio per le decorazioni di alcune zone della casa, come il tavolo da cucina o la sala da pranzo.

Anche gli odori sono tipici di zone come cucina e sala da pranzo. Nella pratica Feng Shui alcuni profumi servono ad allontanare le energie negative rendendo più confortevoli gli ambienti. Tra i profumi più citati nella teoria Feng Shui ci sono la cannella e il sandalo.

Equilibrio e decorazioni: come ricercare il giusto mix

Nella teoria Feng Shui l’ordine e l’equilibrio tra gli accessori utilizzati in casa risultano fondamentali. Bisogna evitare la confusione, gli oggetti superflui e la sporcizia. In questo caso verrebbe premiata l’armonia generale della casa, che per il Feng Shui è sinonimo di fortuna e prosperità.

Non per questo vanno però eliminate alcune decorazioni. Inserire qualche elemento decorativo aiuta ad esaltare alcune caratteristiche come la purezza, la calma e la serenità. Per fare questo bisogna ricorrere all’uso di candele, molto importanti nella simbologia Feng Shui. Ogni colore delle candele rimanda ad una specifica predisposizione dell’animo umano, per cui è necessario stabilire ed equilibrare bene la scelta.

La scelta del cibo

Non solo materiali, colori e odori. Anche la scelta del cibo è importante per garantire la giusta armonia in casa secondo il Feng Shui. Il pane ad esempio rimanda al grano, che è sinonimo di fortuna. Anche il pesce assume un’accezione positiva, in quanto rimanda alla prosperità e all’abbondanza.

Trovi altri approfondimenti interessanti sul benessere visitando il sito www.guidabenessere.com