Come sbarazzarsi delle vene varicose

Al primo segno blu sulla pelle tante donne si spaventano e inorridiscono, pensando che questo fastidioso inestetismo della pelle sia un segno di invecchiamento precoce. In effetti, come dar loro torto, quando le vene varicose si presentano senza invito come piccole protuberanze azzurrine o peggio ancora violacee dove l’estetica preferirebbe una fresca pelle di pesca?

Non è una questione di dolore, dal momento che compaiono senza dare nessuna avvisaglia, piuttosto una mera questione estetica. Purtroppo raggiungendo una certa età, o passando tramite lo stato di gravidanza o se si hanno problemi di circolazione, è quasi impossibile non averne almeno una o due. E’ possibile tenerle a distanza ed evitarle?

Non proprio, ma ecco qui, some spiegano su Segretidelbenessere.it un paio di passi che potresti seguire per aumentare le possibilità che le tue gambe rimangano giovanili il più a lungo possibile.

  1. Indossare calze elastocompressive o elastiche. SI tratta di un prodotto pensato per stringere dolcemente le gambe e per aumentare il flusso di sangue e la circolazione. Se decidi di indossarle ti consiglio di non abbinarle a scarpe con i tacchi alti, preferendo piuttosto scarpe basse.
  2. Evita di stare in piedi per lunghi periodi prolungati. Questo non solo è stancante per tutto il corpo, ma produce anche una cattiva circolazione nelle gambe. La cosa migliore da fare è cambiare posizione almeno ogni 30 minuti. Inoltre, quando ti siedi non dovresti tenere sempre le gambe incrociate, anche questo atteggiamento, anche se molto comune, non è tra i più sani. Un piccolo consiglio da seguire dopo una giornata stressante è quella di mettersi con i piedi in alto, appoggiati alla parete, per almeno una decina di minuti prima di andare a dormire.
  3. Se il tuo peso si può categorizzare come obeso, è importante che tu perda qualche chilo. La cosa migliore da fare sarebbe non solo di mangiare in maniera sana ma di fare anche attività fisica ogni giorno, almeno per una trentina di minuti. Ovviamente fa bene a tutto il corpo in generale, ma ricorda anche che l’esercizio fisico aumenta il tono muscolare, aiutandoti a migliorare la circolazione del sangue.
  4. Ci sono anche alcuni metodi un po’ più invasivi e diretti per cancellare le vene varicose. Tra questi potresti prendere in considerazione come metodo praticamente infallibile la terapia nota come scleroterapia. Questa prevede che un medico si occupi di iniettare una soluzione salina nella vena allargata. La vena assorbe la soluzione, si indurisce e poi scompare. Altri trattamenti non chirurgici includono l’ablazione laser e la radiofrequenza.
  5. Un altro tipo di trattamento che sta prendendo piede in questi ultimi anni è quello noto come stripping. Si tratta di una vera e propria rimozione della vena in questione attraverso tante piccole incisioni. Ovviamente questo non provoca una riduzione della circolazione del sangue, dal momento che saranno le vene più grandi e profonde a continuare il lavoro in maniera egregia.

Un suggerimento e un avvertimento: le vene che compaiono durante la gravidanza non sono destinate a rimanere per sempre. Con un po’ di pazienza (possono occorrere anche fino a tre mesi) le vedrete scomparire da sole anche senza l’aiuto di nessun trattamento aggiuntivo. Alcuni trattamenti medici più invasivi possono comportare lividi o cicatrici, valutate bene i pro e i contro prima di andare ad agire sulla pelle in maniera eccessivamente violenta.

 

Share this post:

Related Posts

Leave a Comment