Un miracolo dalla natura

In antichità si usavano solo prodotti forniti dalla natura per prevenire e per curare. Uno di questi era rappresentato dall’aloe vera. Molte, infatti, sono le proprietà terapeutiche che l’aloe vera da bere che depura l’organismo e che è un formidabile antiinfiammatorio naturale.
Stiamo parlando di una pianta grassa che nasce nel centro Africa anche se è presente in varie zone del mondo: le isole dell’Oceano Indiano, alcuni Paesi orientali come l’India, il bacino del Mediterraneo, gli USA ed il Messico, il Venezuela e l’Oceania. Suddivise in circa 250 specie, l’Aloe vera fa parte delle Liliaceae. Nasce spontaneamente su terreni calcarei oppure secchi ma è coltivabile, con un minimo di attenzione, anche in altri ambiente.
Nota da millenni proprio in virtù delle tante proprietà medicinali che possiede, il suo attuale utilizzo è esattamente lo stesso di quello di secoli fa. Non è certa l’origine del suo nome che potrebbe risalire all’ebraico halat o all’arabo alua che, in entrambi i casi, indica ‘amaro’. 

Era tradizione nell’antico Egitto piantare l’aloe all’ingresso di una casa nuova al fine di augurare una lunga e felice vita. Esiste anche una leggenda che riporta il fatto che sia Nefertiti che Cleopatra utilizzavano la polpa di aloe a mo di crema idratante con il compito di mantenere giovane la cute. Ma anche in Cina sono stati trovati documenti risalenti al 1276 a.C. all’epoca della dinastia Sung che citavano questa pianta tra quelle utilizzate per la preparazione di farmaci. Nell’antica Grecia il succo dell’aloe vera da bere veniva mischiato con della mirra e veniva utilizzato per disinfettare il cavo orale. E’ descritta anche da Cristoforo Colombo che la cita come una sorta di medicina buona per ogni malanno che colpiva i marinai durante le traversate oceaniche.
Dall’altro capo del mondo, le donne Maya utilizzavano le foglie di questa pianta strofinandosele sui seni prima dell’allattamento e, dal momento che l’aloe è particolarmente amara, ciò rendeva poco appetibile il capezzolo velocizzando così lo svezzamento dei piccoli.

Alcune caratteristiche

L’ aloe vera da bere si ricava dalle foglie carnose e succulente di questa pianta che presentano i margini seghettato.
Caratterizzata da un fiore da una forma tubolare e dal colore rossastro, dalle foglie della pianta è possibile ricavare sia il gel usato per applicazioni esterne, sia il succo condensato che opportunamente trattato, si beve come sostanza terapeutica dal momento che le sue proprietà annoverano molti costituenti chimici.
Il succo di aloe oltre ad essere depurativo è anche un forte lassativo che viene indicato per combattere la stipsiatonica.

 Il riavvicinamento a cure omeopatiche, il rifarsi ai rimedi naturali utilizzati per millenni, una nuova sensibilità verso delle terapie che hanno accompagnato l’umanità da sempre ha permesso all’aloe di assumere quell’importanza che ha sempre avuto un tempo ma che è stata dimenticata ultimamente.

Share this post:

Related Posts

Leave a Comment