Ingredienti magici per detersivi fai da te

Negli ultimi anni il termine Biologico si è adattato a moltissimi campi della nostra vita e nel nostro quotidiano. A partire dai cibi e dall’alimentazioni se è spostato su una grande varietà di argomenti fino a raggiungere anche il campo della pulizia e dei detersivi creando un nuovo modo di detergere prestando un occhio di riguardo all’economia ma soprattutto all’ambiente. Spesso per pulizie particolari ci si rivolge ad una impresa di pulizie Roma, come ad esempio La Lucciola, che sono sicuramente dei professionisti del settore in grado di rimettere a nuovo ogni tipo di ambiente, soprattutto quando si tratta di fare le cosìddette grandi pulizie. Per le piccole pulizie quotidiane, è possibile realizzare degli ottimi detersivi a basso costo, naturali e fatti totalmente in casa grazie all'utilizzo di alcuni semplici ingredienti.

L’efficacia sconosciuta del bicarbonato

Il bicarbonato è un prodotto estremamente economico con numerose caratteristiche e proprietà come ad esempio la solubilità nell’acqua, il suo potere abrasivo, l’efficacia contro la formazione dei funghi ed anche la capacità di assorbire gli odori e deodorare.

Si può usare all’interno di contenitori con spruzzatore per sgrassare. Oppure si può creare una pasta con l’aggiunta di acqua per pulire le superfici di bagno e cucina o, ancora, metterlo puro in un bicchiere per assorbire gli odori.

Inoltre non tutti sanno che, il bicarbonato, grazie alla sua composizione alcalina, ha un potere igienizzante se non associato ad acqua calda superiore a 60°C, perché in questo caso si scompone.

Su internet si trovano spesso delle miscele di bicarbonato ed aceto che millantano un super potere sgrassante ma questi due prodotti non vanno mai mescolati in quanto sono due composti della chimica opposti e si inattivano a vicenda.

Carbonato e percarbonato

Il carbonato, che viene impropriamente chiamato lisciva è molto simile al bicarbonato ma ha una composizione più alcalina e, di conseguenza, è più corrosivo quindi il suo utilizzo richiede una maggiore attenzione. È consigliabile utilizzarlo come detersivo solo per tessuti robusti altrimenti si rischia di rovinare le fibre dei tessuti, indebolendole, e facendone sbiadire i colori.

È invece utile per lo sporco lasciato dal grasso bruciato di camini e barbecue, per l’unto di pavimenti di garage e officine, per i residui di olio e vino in bottiglie e damigiane.

Il percarbonato, invece, è un prodotto con una grande azione igienizzante ma ha il difetto di scomporsi a temperature di solo 40°C ed è per questo che viene spesso venduto in associazione ad altre sostanze che lo rendono più stabile. Purtroppo non è un prodotto di facile reperibilità, almeno per il momento, ma sta pian piano sostituendo il perborato nella formulazione dei detersivi commerciali. Si può comprare in internet o nei negozi biologici. È possibile utilizzarlo sia in lavastoviglie che in lavatrice, nel bucato a mano o nel pretrattamento delle macchie ma sempre per le fibre resistenti e per i colori solidi.

.

 

Share this post:

Recent Posts

Leave a Comment