Perchè passare all’abbigliamento biologico

L’espansione del mercato ed una maggiore sensibilità a livello globale, stanno aiutando chi desidera vivere in maniera più sostenibile a procurarsi tutta una serie di prodotti biologici che fino a qualche anno fa non erano pensati in chiave bio o che sarebbero stati estremamente difficile da reperire.

Oppure qualche anno fa esistevano prodotti bio che nel corso del tempo si sono evoluti così tanto da cambiare completamente connotazione.

E’ un po’ il caso dell’abbigliamento biologico donna e uomo. Se fino a poco tempo fa l’abbigliamento biologico era sinonimo di “moda hippy”, oggi decidere di acquistare del vestiario ecologico, equivale a scegliere un capo sia bello che etico.

Le aziende di abbigliamento che hanno deciso per una svolta etica infatti, sono oggi in grado di produrre capi per tutte le esigenze e tutti gli stili. Grazie ad una grande varietà di modelli, fantasie e materiali infatti, l’abbigliamento biologico è oggi adatto al tempo libero, al lavoro ed alla pratica sportiva.

Se inizialmente l’abbigliamento biologico ha puntato a riprendere in chiave ecologica quelle che sono le fibre classiche del mondo dell’abbigliamento come cotone, lana e lino, oggi invece la gamma di materiali utilizzata in questo settore si è decisamente ampliata. Essa infatti è andata alla riscoperta di materiali abbandonati come la canapa oppure è andata a scoprire materiali tipici di culture molto lontane dalla nostra come il bamboo. A fianco a questo processo di riscoperta si è aggiunta un’approfondita ricerca per sviluppare materiali innovativi e tecnologicamente avanzati ma basati su materie prime altamente naturali.

Rientrano nel settore dell’abbigliamento bio, anche i capi e gli accessori realizzati attraverso il riciclo di materiali inermi quali plastiche e pvc. Ne sono un esempio le giacche e le scarpe da ginnastica realizzate lavorando gli ingenti quantitativi di plastica recuperati ogni anno dagli oceani.

I capi biologici oltre che rispettare l’ambiente ed i diritti della manodopera utilizzata per la loro produzione, sono resistenti, caldi d’inverno e freschi d’estate e grazie alla loro elevata traspirabilità sanno mantenere in equilibrio il livello di umidità corporea.

 

Share this post:

Recent Posts

 

Leave a Comment