Classifica dei DJ ricchi e famosi

{CAPTION}

 

Una festa privata o un grande evento in discoteca non può prescindere dalla musica, ma per animare una festa non è sufficiente mettere su dei brani per far ballare gli invitati, spesso la differenza la fa il DJ, un professionista in grado di dare un’impronta diversa a un brano conosciuto o crearne di nuovi sul momento e in base all’atmosfera che si crea. Non è un caso che vi sono DJ strapagati e DJ meno retribuiti. Talento, fortuna e i giusti strumenti possono fare la differenza, ma anche la città giusta o il Paese. Stando alle classifiche Forbes, i più noti e ricchi DJ del mondo sono stranieri, mentre gli italiani non si contano neanche sulla punta delle dita. In parte perché non appartiene alla cultura italiana la figura del DJ come musicista, se non altro come animatore o come persona che lavora nelle radio per promuovere la musica. Eppure, vi sono casi di DJ italiani che hanno successo anche all’estero e la maggior parte proviene da esperienze nei capoluoghi come Milano o Roma dove si concentrano maggiormente le occasioni per farsi notare. La movida romana, per esempio, nutre una bella schiera di DJ Roma che si fanno concorrenza in attesa di scalare le classifiche internazionali.

Quali sono i Dj più ricchi e famosi del mondo

Gli amanti della musica elettronica, dance e techno conoscono Calvin Harris che da commesso di drogheria è il DJ più quotato del mondo e con la sua partecipazione a oltre 50 eventi esclusivi l’anno riesce a guadagnare oltre 66 milioni di dollari. Il Dj inglese, nel corso di una sola serata a Las Vegas – dove ha un contratto pluriennale con la discoteca “Hakkasan” – guadagna in media 300 mila dollari. Se gli si chiede come si spiega tutto questo successo risponde semplicemente che: «mi sono trovato al posto gusto al momento giusto».

Il secondo DJ più ricco del mondo è David Guetta, ex manager di una discoteca di Parigi ha avuto i contatti giusti per farsi conoscere e lavorare con Rihanna, Britney Spears e Lad Gaga. Il DJ francese incassa in un anno circa 30 milioni di dollari e lavora tra Las Vegas e Ibiza dove organizza un evento a settimana.

Dalla Scandinavia, arriva Avicii, un dj svedese di solo 24 anni che ha debuttato con l’album “True” grazie al quale ha guadagnato cifre astronomiche tra vendite e serate per un totale annuo di 28 milioni di dollari.

Veterano delle notti a Las Vegas è Tiësto, padrone incontrastato dell’Hakkasan, la più grande discoteca del mondo. Il Dj di 46 anni è sponsorizzato da Guess ed ha un reddito annuo di 28 milioni di dollari.

Steve Aoki è un infaticabile dj che riesce a gestire 277 spettacoli l’anno, arrivando anche ad animare fino a tre eventi in un giorno. Il suo giro di affari è di 23 milioni di dollari l’anno con la sponsorizzazione di Bud Light e dell’azienda produttrice di cuffie Sol Republic.

Nick Van De Wall, più noto come Afrojack guadagna 22 milioni di dollari l’anno portando in giro il nome della Nike, che gli ha dedicato anche una linea di abbigliamento e partecipando a oltre 150 eventi l’anno.

Il 24enne Zedd guadagna in media 21 milioni di dollari l’anno, i suoi compensi hanno cominciato a lievitare intorno alle cifre a sei zeri in una sola serata dopo la collaborazione con Justin Bieber e Lady Gaga.

Ryan Raddon, alias Kaskade, è padre di tre figli e riesce a mantenere la famiglia grazie a incassi medi annui pari a 17 milioni di dollari e la partecipazione a 120 eventi.

Tra i più “squattrinati” in questa speciale classifica compaiono Skrillex e Deadmau5, il Dj che indossa un costume con la testa stilizzata di un topo, che guadagnano rispettivamente 16, 5 e 16 milioni di dollari l’anno. Deadmau5 riesce a guadagnare fino a 500 mila dollari a serata … vale la pena indossare una maschera, visti i risultati.

 

Share this post:

Recent Posts

 

Leave a Comment