I 5 migliori trucchi per il risparmio energetico domestico

Risparmiare energia elettrica in casa: 5 trucchi per farlo

Con il costo dell’energia in continuo aumento e un ecosistema sofferente per l’abuso di sostanze inquinanti, un risparmio energetico, si tratti di gas, acqua o energia elettrica, diventa sempre più importante per rendere l’ambiente più vivibile e i consumi meno dispendiosi. Il risparmio dell’energia inizia ovviamente dalle operazioni e movimenti che si compiono ogni giorno in casa.

Cucinare, accendere la luce, aprire l’acqua, riscaldare la casa, raffreddare l’ambiente, guardare la televisione fanno parte dei movimenti che compiamo ogni giorno in modo meccanico, ma proprio qui possiamo intervenire per ottenere un risparmio energetico non indifferente. Alcuni movimenti e abitudini che compiamo senza pensare, infatti, incidono pesantemente sulle bollette e sul consumo di energia elettrica. Dunque come risparmiare energia elettrica e gas? Ecco i 5 migliori trucchi da applicare fin da oggi.

1.Come risparmiare energia elettrica in tutta la casa: scelta degli elettrodomestici 

Il primo trucco per ottenere un risparmio energetico globale in casa è certamente quello di dotarsi di macchinari di classe energetica A++ o maggiore. Non solo lavatrice e lavastoviglie, ma anche bistecchiere, microonde e così via fino all’asciugacapelli e tutti quei piccoli elettrodomestici che, senza rendercene conto, utilizziamo davvero ogni giorno.

Certo l’investimento iniziale non è irrisorio, ma il costo sarà ammortizzato in qualche mese e vi consentirà un risparmio reale e costante su tutte le bollette a venire. Di pari passi, ricordate sempre di spegnere gli elettrodomestici (o le prese a cui sono collegati) non appena avete terminato di usarli.

2.Lampadine a LED per tagliare il costo della luce

 
È possibile risparmiare energia elettrica giocando sull’illuminazione, avendo parsimonia nell’utilizzo delle luci e soprattutto scegliendo di acquistare lampadine a LED e lampadine fluorescenti, che hanno un consumo davvero irrisorio rispetto alle altre tipologie di lampadine. Scegliere una lampadina più grande vi consentirà di ottenere più luce di due lampadine più piccole, ad esempio una lampadina da 100 Watt è in grado di produrre luce come due lampadine da 60 watt.

Spolverare le lampadine sporadicamente permetterà inoltre di rendere l’illuminazione più efficace, con un conseguente risparmio di energia. Ça va sans dire, per risparmiare energia bisogna sempre spegnere le luci in luoghi e stanze inutilizzate o quando non se ne ha necessità: se è possibile, ricorrere preferibilmente all’illuminazione naturale.

3.Come risparmiare sul gas: temperature e manutenzione della caldaia

 
Abituarsi ad usare con parsimonia il riscaldamento consente di ridurre in maniera notevole il consumo e di guadagnare indirettamente sul prezzo delle bollette. È molto utile dunque accendere termosifoni o condizionatori nelle fasce climatiche più economiche e tenere una temperatura di 20°C in inverno e 26°C in estate. Questo consentirà un risparmio energetico oltre a mantenere l’ambiente più sano e vivibile per quanto riguarda la temperatura. È importante anche far controllare periodicamente la caldaia, perché ciò consente di migliorarne l’efficienza e aumentare il risparmio di gas.

4.Come risparmiare sul gas

L’attenzione alla temperatura degli ambienti domestici e la manutenzione della caldaia sono ciò che incide maggiormente in positivo sulla bolletta del gas, ma ci sono anche altre buone abitudini per risparmiare sul gas. Nelle operazioni quotidiane si possono infatti avere accorgimenti utili per ottenere risparmi mensili e annuali notevoli. Nel cucinare, ad esempio, usare il fornello delle giuste dimensioni della pentola e metterlo sempre a bassa o media potenza vi consentirà di risparmiare gas e anche di ottenere una cottura migliore. Infatti mettendo la fiamma al massimo può capitare che le pietanze si brucino o vengano cotte solo all’esterno, oppure che si rallenti il processo di ebollizione a causa alla dispersione del calore.

 

5.Come risparmiare energia elettricaattraverso un corretto uso dell’acqua

Per quanto riguarda l’acqua, è soprattutto in bagno e in cucina che si può intervenire a limitare lo spreco. Qualche consiglio? Quando fate bollire il caffè non mettete la fiamma al massimo, e quando cuocete la pasta salate sempre l’acqua al momento dell’ebollizione, mai durante. Per quanto riguarda il bagno, un buon docciatore può far risparmiare molta energia (dal 20 al 35% di luce ed acqua) scaldando solo l’acqua necessaria. Quando vi insaponate, poi, così come quando vi lavate i denti, fermate il flusso di acqua.

Share this post:

Recent Posts

Leave a Comment